Connect with us

Approfondimenti

L’escursionismo come gesto politico: il programma della Legambiente

Published

on

La Legambiente Basilicata ha presentato il programma di escursioni Cammina Basilicata,  incentrato sulla “scoperta dolce” del territorio lucano. L’organizzazione ambientalista – da sempre impegnata nella valorizzazione delle bellezze del territorio regionale – intende mettere al centro l’escursionismo come attività sociale e di scoperta dell’ambiente e di se stessi, favorendo lo scambio di conoscenze, esperienze ed emozioni di chi sceglie di trascorrere una mattinata immersa nella natura e nelle sue particolarità.

Il rapporto diretto con il mondo escursionistico permette ad ognuno di sviluppare un’esperienza unica, che non rappresenta la principale descrizione di questo variegato contesto ma – al contrario – rende più ricco e diversificato il senso sociale, espresso da questa attività.

Il significato profondo del rapporto con l’ambiente non è l’unico aspetto che ha spinto la Legambiente ad organizzare il programma; accanto a questo è anche presente un grande significato politico: valorizzare le infrastrutture naturali che sono già presenti sul territorio lucano, dimostrando che non per forza è necessario un intervento dell’uomo, volto a modificare l’ambiente, per rendere attrattiva una regione ricca di risorse naturali, come la Basilicata.

Il progetto escursionistico è finanziato dalla Fondazione con il Sud, attraverso il “Taking Care Project”; tutte le informazioni per partecipare alle scampagnate sono disponibili presso il blog progettuale, al seguente link dedicato http://bit.ly/2AZHa36.

 

Comments

Inserisci un commento

Figlio di Vita e Antonio, nato a Potenza nel 1992. Fin dai tempi della scuola mi interesso di politica e associazionismo; per questi motivi entro a far parte della Rete degli Studenti Medi, impegnandomi anche nell'Esecutivo Nazionale a Roma fino al 2015. Ritornato in Basilicata mi iscrivo alla Legambiente e lì svolgo un anno di Servizio Civile Nazionale. Dal 2019 sono Vice Presidente del Circolo "SVA Legambiente Potenza" e membro dell'Assemblea dei Delegati della Legambiente Nazionale.

Approfondimenti

Giano bifronte: e se quello che vediamo non fosse poi la realtà?

Published

on

“Ognuno di noi ha una patria di nascita ed una elettiva”,con queste parole inizio’ la mia prima lezione all’università,e in questi giorni in giro per l’italia mi sono tornate alla mente spesso.

Ho conosciuto realtà non  molto lontane da quella potentina,una realtà contorta e alle volte davvero complessa,e mi sono chiesta se per qualcuno potenza possa aver mai rappresentato la “patria elettiva”,o se in realtà fosse solo il rifugio di chi ha avuto qui i natali.

Ho girato questa domanda a varie persone e il risultato,alquanto inatteso , ha messo in luce quanto la città sia ricca di persone che volutamente hanno deciso di venire a vivere qui e,cosa ancor più inaspettata,ne sono anche soddisfatti.

Ma allora da cosa deriva quello strano senso di insoddisfazione che aleggia per lo più sui nostri volti quando camminando, ci incrociamo distratti in giro?!
Ci guardiamo intorno e non sempre ,anzi quasi mai,ci piace quello che vediamo: c’e’ poco verde e troppo cemento,pochi parcheggi ma troppe macchine,non si organizza mai nulla, ma se poi si fa qualcosa non ci andiamo; ogni cosa diventa il pretesto per esaltare una mancanza,piuttosto che sottolineare una presenza.
Siamo come affetti da una sorta di “sindrome di Stendhal al contrario”: restiamo folgorati solo da ciò che non ci piace o da ciò che non corrisponde alle nostre aspettative, e non ci preoccupiamo quasi mai se dietro a ciò che vediamo ci sia qualcuno o qualcosa che ha agito pensando di fare un regalo alla comunità.
Già perché nelle viscere più profonde, la nostra città nasconde un cuore che batte più forteogni volta che una delle cento associazioni, piuttosto che un singolo decidono di fare qualcosa affinché la sua bellezza possa venir fuori.

Si, perché Potenza è un po’ come una giovane donna,si nasconde e si rivela a suo piacimento: alle volte è fredda, altre accogliente,austera e accomodante; ma nonostante le mille sfaccettature ha una sola ed unica pretesa, essere amata e capita.
Concedetele un po’ del vostro tempo e della fiducia, saprà ricompensarvi.

Comments

Inserisci un commento

Continue Reading

Trending